COMUNICATO STAMPA

ROMA INTERNATIONAL ESTETICA

Fiera professionale dell’estetica e del benessere

30 mila visitatori, oltre 100 espositori distribuiti su 20.000 mq, questi i numeri di Roma International Estetica organizzata da Fiera Roma e giunta alla dodicesima edizione. Un importante luogo d’incontro dei professionisti della bellezza: tre giorni dedicati alla cura del corpo e della mente.

Roma International Estetica, una delle storiche manifestazioni di Fiera Roma, è stata una vetrina importante delle principali novità del comparto cosmetico. Un settore in crescita, che, secondo il Beauty Report 2018, registra circa 11 miliardi di euro di ricavi, esportazioni in crescita del 7,1% per un valore di oltre 4,6 miliardi, un incremento dei consumi interni del 1,7% e una bilancia commerciale record di 2,5 miliardi. Anche quest’anno abbiamo cercato di dare una innovazione alla manifestazione inserendo momenti informativi che vanno dalle fake news, alla dimostrazione di quelle che sono le nuove frontiere dell’estetica. Momenti che abbiamo voluto affrontare con autorevoli esperti di importanti università italiane. Questo perché oggi il consumatore è sempre più attento alla qualità del prodotto. Ma non solo. Da questa manifestazione, tra le più importanti in Italia, abbiamo voluto affrontare il futuro, verso “Estetica 2020”, come un trampolino di lancio per una nuova evoluzione dell’estetica.”.- afferma Pietro Piccinetti, Amministratore Unico e direttore generale di Fiera Roma.

Le beauty tendenze. Tra spettacoli, workshop, esibizioni e sfilate, l’obiettivo di Fiera Roma è stato quello di offrire una vetrina sulle più importanti novità nel settore del beauty. A dettare quindi le beauty novità per il 2019 è stata Roma International Estetica. Tra glitter, colori fluo e illuminanti la parola d’ordine per la prossima primavera/estate è osare e splendere dagli smalti ai capelli senza tralasciare il trucco.

Per il mondo Nail, che a Roma International Estetica ha occupato un intero padiglione, il 2019 sarà l’anno delle unghie gioiello, delle forme 3D e della french alternative, dai contrasti geometrici ad effetto matt e glow. I colori di tendenza saranno sicuramente il nero su mini forma, il rosso Chanel, il corallo, il multicolore e tanto glitter. Le fantasie, per osare tutto l’anno, variano da quella scozzese ad animalier. Novità per le più giovani i gel fosforescenti che brillano tra le luci soffuse della discoteca e i gel che cambiano colore con la luce del sole.

Dalle unghie si passa alle labbra. La moda vuole un ritorno al lucido e ai colori nude senza dimenticare il look pop. Largo quindi ai gloss glitterati con tendenze all’ultra nude e al rosso.

Nuove tendenze anche per il make up agli occhi. Tante le varietà degli ombretti con colori dai toni pastello. A spopolare saranno i toni caldi e pescati che richiamano quelli dell’oriente come il rosa ciliegio giapponese, ma anche il viola consigliato però a chi ha la carnagione chiara. Il trend dettato dalle passerelle vede fare spazio ai colori multi pop come gli azzurri accesi e i celesti accompagnati dai gialli per le carnagioni più scure o dal caramello. Il nude rimane ma si declina nelle colorazioni cammello e aranciate. E per chi non vuole passare inosservato può scegliere ombretti dall’effetto glow e shine che garantiscono un effetto luminoso e perlato.

Ma la bellezza passa anche per il corpo. Il consumatore oggi è attratto da prodotti naturali, ecosostenibili che non abbiano impatto ambientale come i cosiddetti “green world”. Ma cresce sempre di più l’attenzione verso i prodotti vegani con ingredienti sostenibili di derivazione vegetale. “Le nuove frontiere dell’estetica portano verso la direzione della neurocosmesi. Quando la pelle incontra la psiche. Non solo crema con principio attivo ma anche con una texture gradevole, sensoriale. La profumazione è importantissima e deve avere una influenza anche a livello del sistema limbico. Insieme ai colori e alla spalmabilità abbiamo oggi prodotti cosmetici che vanno a stimolare le endorfine che portano a un miglioramento cutaneo e a una lucentezza del viso. Assistiamo quindi alla trasformazione di un prodotto cosmetico che va dalla mera applicazione a espressione sensoriale”. Dichiara Umberto Borellini, cosmetologo e coordinatore scientifico di Roma International Estetica.

Il benessere olistico e orientale

Per una cura del corpo a 360°, non sono mancate dimostrazioni dedicata al massaggio dove una attenzione particolare è stata rivolta a conoscere meglio il mondo del benessere olistico. A questo settore è stata dedicata anche una sessione informativa con convegni volti ad approfondire le arti olistiche e orientali praticate in Italia. Shiatsu, reiki, taiji, posturale sono state alcune delle pratiche dimostrate a Roma International Estetica. In più, si è parlato con gli esperti di riflessologia plantare, e di Fiori di Bach, non solo per le persone ma anche per i nostri amici animali. La parte convegnistica ha visto la partecipazione di tante associazioni di professionisti del settore e di ASI, associazioni sportive e sociali italiane, che comprende tra le sua fila oltre 100 discipline delle arti olistiche e orientali.

Infine, nel Salotto dell’Aromaterapia, i visitatori di Roma International Estetica hanno potuto assistere a  dimostrazioni di pratiche olfattive e di massaggio con i principali oli essenziali su oltre 100 a disposizione. Oli differenti da annusare, elaborare, studiare e vivere direttamente e intensamente. Un percorso olfattivo attraverso il quale risvegliare ricordi antichi e rimettere in equilibrio le correnti energetiche del proprio corpo.