COMUNICATO STAMPA

 

Si è concluso Roma ExpoSalus and Nutrition

l’evento che ha coinvolto cittadini e professionisti

per diffondere modelli di buona salute

 

Fiera Roma e Formedica hanno concluso “Roma ExpoSalus and Nutrition”,

la manifestazione dedicata alla salute, al benessere e alla qualità di vita,

in programma a Roma dall’8 all’11 novembre 2018, con ingresso gratuito per tutti

 

A Roma ExpoSalus and Nutrition, il primo Salone della salute e nutrizione, sono stati coinvolti 188 relatori, 45 opinion leader, 22 società scientifiche ed enti di ricerca, 15 associazioni di pazienti, la Federazione nazionale ordini dei Medici e quella delle Professioni Infermieristiche, l’ENPAM, l’ENPAB, l’Istituto Superiore di Sanità e 9 università italiane e internazionali, oltre Farmindustria, Federcongressi, aziende pubbliche e private. Suddiviso in 2 padiglioni, uno per i cittadini e uno per i medici, la manifestazione ha visto la partecipazione di oltre mille operatori sanitari che hanno preso parte a un fitto programma di conferenze, incontri e confronti scientifici, oltre a numerosi cittadini accorsi per consulti medici, visite gratuite e per assistere ai 40 spettacoli e 15 cooking class in programma nei quattro giorni di appuntamenti ideati e organizzati da  Fiera Roma e Formedica.

 

Un unicum – commenta Pietro Piccinetti, Amministratore Unico di Fiera Roma – nel panorama fieristico internazionale, che vuole restituire a Roma e al Lazio l’importanza che meritano nel panorama nazionale e internazionale della salute. Con questa edizione zero si inaugura un progetto destinato a crescere negli anni, con l’obiettivo di diventare il centro del confronto tra medico e paziente, protagonista del proprio benessere”.

 

Roma ExpoSalus and Nutrition ha coinvolto tutti i protagonisti della “filiera” della salute. “Roma ExpoSalus and Nutrition, che ha visto la partecipazione di 22 società medico scientifiche e oltre 1000 operatori socio-sanitari  in ambiti trasversali  che spaziano dalla biotecnologia alla umanizzazione  delle cure,  è stata il punto di incontro  e di scambio di informazioni, strategico per dare nuove conoscenze da cui far originare utili strumenti di lavoro a vantaggio della salute di tutti i cittadini”, dichiara Susanna Priore, CEO di Formedica Scientific Learning.

 

“Roma ExpoSalus and Nutrition, che ha registrato una così alta partecipazione di società scientifiche, deve istituzionalizzarsi come punto di incontro annuale tra tutti gli operatori sanitari, esigenza che emerge con evidenza particolare in questi giorni in cui il Ministero della Salute ha pubblicato l’elenco delle 293 società scientifiche e associazioni professionali abilitate a produrre le linee guida ” dichiara il Comitato Scientifico di Roma ExpoSalus and Nutrition, formato da Andrea Lenzi,   Professore Ordinario di Endocrinologia alla Sapienza Università di Roma Giovanni Scapagnini,   Professore Associato di Biochimica Clinica – Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi del Molise e Giovanni Spera,   Clinico Endocrinologo, Presidente Comitato Etico Azienda Policlinico Umberto I e Ospedale S. Andrea – Sapienza Università di Roma.

 

Molta l’affluenza anche nell’area della Regione Lazio. Allo stand presente a Roma ExpoSalus and Nutrition molti cittadini si sono avvicinati per attivare la tessera sanitaria, prenotare esami di screening, ed ottenere informazioni sui corretti stili di vita e sulla nutrizione, nell’ottica di migliorare l’accesso alle cure.

 

Da segnalare la presenza del più illustre network mondiale di studiosi della Dieta Mediterranea e delle sue applicazioni come segreto di longevità: Mediterranean Diet Roundtable (MDR). Hanno tenuto conferenze e dibattiti a Fiera Roma, sui palchi di Roma ExpoSalus and Nutrition, scienziati nazionali e internazionali del calibro di: Antonia Trichopoulou, Hellenic Health Foundation – Atene (Grecia); Immaculata De Vivo, Harvard University – Boston (USA); Antonino DeLorenzo Univeristà Tor Vergata – Roma 2 (Italia); Livia Augustin, University of Toronto – (Canada); Angelo Mojica, Johns Hopkins Hospital – Baltimore, MD (USA); Dan Henroid, UC San Francisco Medical Center – San Francisco, CA (USA); Mary Angela Miller, OSU Wexner Medical Center – Columbus, OH (USA); Ken Toong, University of Massachusetts, Amherst, MA (USA); Robert Holden, University of Georgia, Athens, GA (USA); Iresh Chris Abayasinghe, Notre Dame University, Notre Dame, IN (USA); Rafi Taherian, Yale University, New Haven, CT (USA).

 

 

Roma ExpoSalus and Nutrition si è conclusa con la premiazione di importanti enti rappresentativi nel mondo della Salute. Un Premio Speciale è andato alla Fondazione GIMEMA in memoria di Franco Mandelli, consegnato al Presidente di AIL, Sergio Amadori e al Presidente della Fondazione stessa Marco Vignetti, per gli impegni nella ricerca e per il rapporto umano tra medico e paziente. Il Premio della Medicina Sociale è stato assegnato a INTERSOS, organizzazione umanitaria presente in Italia e nel mondo, per il costante impegno nel garantire l’accesso alle cure mediche in contesti di guerra, disastri naturali, povertà estrema ed esclusione sociale. Ha ritirato il Premio per la Medicina Preventiva la professoressa Adriana Bonifacino, presidente della Onlus Incontra Donna per il lavoro di informazione, di sensibilizzazione e prevenzione nell’ambito della salute della donna, in particolare per la salute del seno. Importante, tra le tante, l’iniziativa Frecciarosa la campagna di sensibilizzazione sulla prevenzione del tumore al seno, che si tiene ogni mese di ottobre in collaborazione con Trenitalia a bordo di Frecce e Intercity, che in otto anni di edizione ha coinvolto 10 milioni di persone, e per la App Pianeta Seno facilmente consultabili su ogni smartphone, che permette a tutte le donne di trovare centri di screening, centri di trattamento tumore al seno e Associazioni di volontariato di tutta Italia per consultare informazioni utili e pratiche ma, soprattutto, attendibili. Premio alla Carriera, infine, al prof. Carlo Gargiulo, per l’impegno dedicato nella vita professionale e sociale a studio, corretta informazione, promozione e divulgazione scientifica nell’ area benessere e salute.

 

Da questa manifestazione Fiera Roma diventa una struttura cardio protetta permanente, grazie all’installazione di defibrillatori automatici posizionati lungo il percorso che conduce ai padiglioni fieristici, strumenti salvavita facili da utilizzare anche da parte di personale non medico, che si aggiungono alle unità mobili del 118 attivati per ogni manifestazione.