Ifema-Fiera Roma: siglato a Madrid accordo tra operatori fieristici protagonisti in Europa

 

L’internazionalizzazione è leva strategica fondamentale per il nuovo corso di Fiera Roma e l’attività in questa direzione è costante. L’ultimo tassello dell’operazione è l’accordo firmato oggi a Madrid tra la struttura capitolina e Ifema, la fiera della capitale spagnola. Un impegno a operare in sinergia per accrescere il posizionamento internazionale di entrambi i poli fieristici, con manifestazioni congiunte nei rispettivi Paesi di appartenenza e all’estero.

“Sono profondamente convinto – commenta da Madrid l’Amministratore Unico di Fiera Roma Pietro Piccinetti – che l’Unione faccia la forza. Le Fiere sono da secoli e secoli luoghi di scambio e incontro e ciò è sempre foriero di grandi opportunità, che si moltiplicano esponenzialmente se le Fiere stesse stringono partnership tra loro”.

Con questo accordo, che va ad allungare il ricco elenco di quelli stretti con le Fiere di Grecia, Marocco, Iran, Israele, India e Scozia, Fiera Roma porta avanti il suo ambizioso progetto di divenire punto nevralgico delle relazioni tra i Paesi del Mediterraneo.

“Sede delle Istituzioni italiane e vera e propria Capitale del Mediterraneo, ponte tra nuovi e vecchi mercati, Roma – spiega Piccinetti – è la candidata ideale per promuovere l’internazionalizzazione, in entrata e in uscita. Fiera Roma non può che compiere la sua missione di servizio per il proprio territorio e Paese, catalizzando il processo con un piano progettuale su misura, capace di vestire la peculiare identità romana e mediterranea, valorizzandone le enormi potenzialità”.