Editoriale

2018: la grande sfida

“Il lavoro non mi piace – non piace a nessuno – ma mi piace quello che c’è nel lavoro: la possibilità di trovare se stessi. La propria realtà – per se stessi, non per gli altri – ciò che nessun altro potrà mai conoscere”. Leggendo questa frase di Joseph Conrad ho pensato a noi, al nostro lavoro e alla grande sfida che il 2018 rappresenta per Fiera Roma.

Il 2017 è stato l’anno dell’inversione di tendenza: abbiamo portato i visitatori della nostra struttura a 2 milioni, fatto crescere l’occupazione dei padiglioni dal 50 al 70%, messo in cantiere più di dieci nuove manifestazioni, tutte a supporto del territorio. Fiera Roma è ripartita e questo è sotto gli occhi di tutti. Ma molto resta da fare e i traguardi sono molteplici e difficili da raggiungere.

Il 2018 è l’anno della resa dei conti. Dobbiamo reggerci e camminare con le nostre forze, confidando solo nelle nostre idee, nelle partnership che abbiamo saputo e sapremo stringere, nelle strategie che abbiamo messo e metteremo in atto e, sopra ogni cosa, nel nostro lavoro. La strada davanti a noi è lunga e in salita, così ripida che a tratti mette paura. Ma non si può scendere in corsa e, se davvero ce la metteremo tutta, potremo farcela. Tanto più per il senso di responsabilità che proviene dalla consapevolezza che dal nostro lavoro dipendono le sorti di una realtà, Fiera Roma, che è un bene della collettività, nato per essere di supporto all’economia del territorio e del Paese.

#unitisivince

 


In evidenza

Tecnologia e connettività da primato

Un investimento importante per offrire ai suoi ospiti il massimo delle potenzialità offerte dalle più innovative soluzioni dal settore dei servizi Internet. Fiera Roma, grazie al partner Unidata – e alle tecnologie Ruckus Wireless che utilizza –, è diventata centro di avanguardia sull’intero territorio nazionale.

La connettività ultra veloce totalmente in fibra ottica – con 150 km di fibra ottica che cablano l’intero quartiere e garantiscono 30 access point e 10mila dispositivi perfettamente connessi per ogni padiglione –, la copertura Wi-Fi di ultima generazione, le applicazioni correlate come la videosorveglianza, i sistemi per le dirette streaming di alta qualità e le soluzioni legate al dilagante fenomeno dell’Internet of Things (IoT), fanno del quartiere fieristico capitolino il più innovativo d’Italia.

Grazie a questa innovativa infrastruttura, Fiera Roma è oggi in grado di connettere il singolo utente con una banda fino a 10 GIGAbit per secondo, con un servizio WI-FI diffuso, performante e stabile in tutti i padiglioni e sulla passerella di accesso agli stessi. Un supporto necessario e sostanziale per essere al passo con i tempi e accogliere come si conviene concorsi, congressi e grandi eventi.