Fiera Roma (e le Fiere) non sono organismo di diritto pubblico.
Arriva il pronunciamento della Cassazione

“Apprendiamo con grande soddisfazione il pronunciamento della Sezioni Unite della Cassazione, secondo il quale Fiera Roma non è un organismo di diritto pubblico – dichiara Pietro Piccinetti, Amministratore unico e Direttore generale di Fiera Roma, commentando la decisione 17567/19 depositata questa settimana -. Per la suprema corte il polo fieristico, pur perseguendo la soddisfazione di un interesse generale, esercita attività di carattere commerciale, è soggetta alle regole concorrenziale del mercato con piena assunzione del relativo rischio ed è pertanto soggetta solo al suo regolamento per gli acquisti (e non al codice degli appalti) e alla giurisdizione del giudice ordinario. La sentenza – continua Piccinetti – costituisce un precedente importante di cui può beneficiare l’intero settore fieristico: questa decisione infatti garantisce a tutte le fiere una migliore operatività ed un approccio più efficace al mercato. Purtroppo restano invece ancora da risolvere annosi nodi quali l’iniqua classificazione Imu applicata ai padiglioni fieristici e alcuni punti oscuri del decreto Madia, come l’obbligo per le fiere a pubblicare informazioni commercialmente sensibili”.